Il sole 24 Ore – L’acquirente risponde dei debiti

a cura di MPO & Partners

Nella sezione Norme e Tributi del Sole 24 Ore del 30 giugno, Marco Nessi ha spiegato la sentenza 37/02/2014 della Commissione tributaria di secondo grado di Trento, la quale attesta che l’acquirente di un ramo d’azienda è responsabile in solido per i debiti tributari imputabili al cedente.

Sempre nella stessa sentenza è esplicitato che la responsabilità riguarda anche le sanzioni e si estende complessivamente fino al valore dell’impresa che è oggetto del trasferimento.

Il caso specifico preso in esame dalla sentenza e spiegato nell’articolo è quello di una società che, dopo l’acquisizione nel febbraio 2006, di un ramo d’azienda ha ricevuto diverse cartelle di pagamento in quanto responsabile in solido dei debiti tributari del cedente. Costituitasi in giudizio, parte cessionaria è stata confermata responsabile in solido dei debiti alla luce dell’articolo 14 del Dlgs 472/1997 e dell’articolo 2560, comma 2, del Codice Civile. Nonostante il ricorso in appello, anche la Ctr ha confermato la pronuncia di primo grado.

Inoltre, non avendo la cessionaria richiesto il certificato negativo previsto dall’articolo 14, comma 3, del Dlgs 472/1997, che attesta l’esistenza di contestazioni in corso e di quelle già definite per le quali i debiti non stati ancora soddisfatti, essa risulta essere responsabile in solido non solo per le imposte, ma anche per le corrispondenti sanzioni per i mancati pagamenti.

MPO & Partners

Talk Show 'I Risvolti sociali delle operazioni di M&A Professionali'LIVE NOW
+ +