Antiriciclaggio: in vigore gli obblighi di restituzione per banche e professionisti

a cura di MPO & Partners M&A

Entrano in vigore oggi, 17 ottobre, i nuovi obblighi di restituzione in materia di antiriciclaggio previsti dal D.Lgs. 231/07art. 23, c. 1-bis, a carico di intermediari finanziari, professionisti e revisori contabili.

La disposizione, inserita dal D.Lgs. 13 agosto 2010 n. 141, e modificata dal D.Lgs. 19 settembre 2012 n. 169, prevede che, qualora non sia possibile rispettare gli obblighi di adeguata verifica relativamente a rapporti continuativi già in essere, operazioni o prestazioni professionali in corso di realizzazione, i soggetti individuati dal decreto debbano restituire al cliente i fondi, gli strumenti e le altre disponibilità finanziarie di spettanza, liquidandone il relativo importo tramite bonifico su un conto corrente bancario indicato dal cliente stesso.
Il trasferimento dei fondi deve essere accompagnato da un messaggio che indica alla controparte bancaria che le somme sono restituite al cliente per l’impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela stabiliti dall’articolo 18, comma 1.

Stante il disposto normativo, dunque, nonostante i soggetti maggiormente interessati dall’obbligo di restituzione siano gli intermediari finanziari che detengono fondi dei clienti, anche i professionisti devono adempiere a tale obbligo se risultano depositari nei confronti del cliente di fondi destinati a specifiche operazioni quali, ad esempio, transazioni di natura immobiliare.

MPO & Partners M&A

Talk Show 'I Risvolti sociali delle operazioni di M&A Professionali'LIVE NOW
+ +