Il fenomeno dell’aggregazione: Il controllo di gestione

a cura di MPO & Partners

Abbiamo già ampiamente analizzato sia il sempre crescente fenomeno delle operazioni di vendita dello studio professionale, sia il fenomeno dell’aggregazione tra professionisti. Quest’ultimo, a differenza delle operazioni di cessione\acquisizione di studi professionali, si è sviluppato nel contesto economico attuale nel quale la clientela richiede risposte sempre più efficienti al proprio professionista e pertanto l’informazione, l’aggiornamento, la conoscenza e la specializzazione sono fondamentali per essere competitivi.

Il fenomeno della concentrazione degli Studi, così come quello della cessione\acquisizione di clientela professionale, ha fatto sì che molti professionisti si trovino a dover gestire contemporaneamente vari studi spesso situati addirittura in diverse città lontane tra loro.

Pertanto sorge la necessità del “Dominus” – impossibilitato a controllare ogni singola attività dello Studio per mancanza di tempo – di avere, in qualche modo, immediata percezione dell’andamento dello stesso. Tutto ciò può essere fatto solo tramite un sistema “intelligente”, che si surroghi nella funzione di supervisione dello studio stesso, operando sistematicamente uno screening delle eventuali anomalie rispetto ad una situazione ideale in cui tutto funziona.

A questo punto potrebbe rivelarsi fondamentale dotarsi di un sistema integrato per monitorare l’attività dello Studio e/o del Centro Elaborazione Dati.

Le spinte in questo senso vengono da vari fronti:

  1. l’aumento della concorrenza in termini di prezzo tra i professionisti e tra i Centri Elaborazione Dati;
  2. il maggior livello di standardizzazione di alcuni servizi (ad esempio i “data entry”, quali la tenuta della contabilità e l’elaborazione dei cedolini paga);
  3. le pressioni fatte dalla clientela per diminuire le tariffe applicate dallo Studio o del Centro Elaborazione Dati (complice la crescente crisi economica);
  4. l’incremento degli adempimenti previsti dalla normativa, che fa aumentare notevolmente da una parte il rischio di “dimenticare” qualche scadenza e dall’altra il carico di lavoro del personale d’ufficio.

L’implementazione del controllo di gestione si effettua in due fasi:

  • La programmazione. Durante tale fase gli obiettivi strategici dello Studio, o del Centro elaborazione dati, vengono tradotti in cifre attraverso la formulazione del piano finanziario La fase di programmazione è essenziale in quanto permette, date alcune ipotesi sul futuro, di verificare la redditività futura di uno Studio (e quindi la sua sopravvivenza) e, nel caso di un’acquisizione, di verificare se il prezzo pagato è compatibile con i flussi finanziari generati dalla gestione dello Studio.
  •  Il Controllo Ex Post. Le ipotesi inserite nel piano finanziario devono essere verificate nel corso del piano stesso. Il controllo ex-post si effettua efficacemente attraverso la comparazione tra il piano finanziario e la situazione consuntiva. Tale attività non è fine a se stessa ma è finalizzata alla verifica e all’eventuale revisione delle ipotesi implicite nella prima formulazione del piano finanziario, a seguito della rilevazione dei dati effettivi.

Nell’implementazione del sistema di controllo di gestione si procederà con la programmazione dei ricavi, dei costi e dei flussi finanziari in entrata ed in uscita ed eventualmente, cosa molto importante, nella programmazione delle rate derivanti da operazioni di acquisto di studi professionali\CED.

Successivamente vi sono le fasi di:

  1. controllo del volume di attività;
  2. controllo dell’efficienza delle prestazioni rese al cliente;
  3. controllo dell’assorbimento delle risorse umane;
  4. controllo dei costi di struttura;
  5. controllo del tempo medio di: incasso dei ricavi e pagamento dei costi;
  6. monitoraggio costante dei crediti incagliati.

Appare evidente che un corretto controllo di gestione (sia nei processi di aggregazione di studi professionali sia, a maggior ragione, nei processi di acquisizione di studi professionali\CED) ha quale immediato beneficio l’aumento della la competitività dello Studio (grazie alla conoscenza delle tariffe economicamente efficienti) e l’incremento della redditività dello stesso.

MPO & Partners

Controllo di gestione – Aggregazione professionale

Talk Show 'I Risvolti sociali delle operazioni di M&A Professionali'LIVE NOW
+ +