E’ importante per un professionista dotarsi di un controllo di gestione? Può il controllo di gestione incrementare la redditività dello studio professionale? Scopri ProfGest leggendo questo articolo

ProfGest: Il controllo di gestione per professionisti  in grado di rendere lo studio professionale più efficiente e performante.

Dotarsi di un sistema di controllo di gestione è ormai diventato fondamentale anche per gli Studi Professionali ed in particolare per gli studi dei commercialisti, degli avvocati e dei consulenti del lavoro. Senza un adeguato controllo di gestione oggi molti degli studi professionali di piccole e medi dimensioni incontrano serie difficoltà nel proseguire la propria attività.

Per quale ragione gli studi professionali, ancora oggi e pur essendo ormai generalmente riconosciuti i benefici derivanti dell’applicazione di un adeguato controllo di gestione, non adottano queste procedure finalizzate a rendere lo studio più efficiente e quindi performante? La ragione è duplice, da una parte il controllo di gestione degli studi professionali si limita ad essere una mera applicazione di un software che il più delle volte, principalmente per mancanza di tempo del professionista,  finisce per essere abbandonato e posto in disuso. Dall’altra il professionista, nella maggior parte dei casi, non ha le competenze per gestire correttamente il software e di trarne le corrette informazioni al fine di poter migliorare la produttività del proprio studio.

Si pensi al caso dei commercialisti i quali, al fine di tenere la contabilità dei propri clienti, hanno un software gestionale che, nella stragrande maggioranza dei casi, comprende al proprio interno il modulo sul controllo di gestione. Bene, la quasi totalità dei commercialisti, pur avendo a disposizione uno strumento informatico per il controllo di gestione, che peraltro pagano, non lo utilizzano, per le ragione sopra riportate.

Quindi la soluzione per poter correttamente implementare un adeguato controllo di gestione all’interno di uno studio professionale è quello di avvalersi di  un “servizio” e non di un strumento informatico (software). In buona sostanza dovranno essere dei professionisti specializzati ad occuparsi, mediante un’attività continuativa, dell’implementazione prima e della gestione poi del sistema di controllo. Il professionista dominus dello studio non dovrà intervenire in alcun modo nelle attività operative di controllo, limitandosi allo sola analisi dei report periodici finalizzati ad indirizzare il titolare delle studio verso le scelte più opportune. A tutto il resto pensa ProfGest.

Individuato il modo corretto di procedere, mediante appunto la fruizione di un servizio anziché all’utilizzo di un software, cerchiamo ora di comprendere quali sono le ragioni che rendono ormai imprescindibile per gli studi professionali l’utilizzo di un programma di controllo. Le spinte in questo senso vengono da vari fronti:

  • perdita di redditività, dovuta anche, ma non solo, ai fattori che seguono;
  • aumento della concorrenza in termini di prezzo tra i professionisti;
  • il maggior livello di standardizzazione di alcuni servizi (ad esempio la contabilità e i cedolini paga);
  • clienti molto più attenti di una volta alle tariffe applicate dallo Studio;
  • nuove attività a seguito dell’incremento degli adempimenti previsti dalla normativa.

ProfGest è stato messo a punto da uno Studio di Commercialisti e Revisori Contabili che hanno maturato dieci anni di esperienza nel Controllo di gestione per professionisti in grado di rendere lo studio professionale più efficiente e performante.

Per tutte le informazioni  e per essere contattato si può utilizzare il link di ProfGest in fondo a questa pagina.

http://www.profgest.it/

 

Talk Show 'I Risvolti sociali delle operazioni di M&A Professionali'LIVE NOW
+ +