Incrementare i Profitti con il Controllo di Gestione Digitale

30 gennaio 2018 / Articoli / Salvatore Maniglio

In un mondo che cambia velocemente il modo migliore per proteggere un’impresa è aiutarla nel processo di trasformazione. La trasformazione digitale è una rivoluzione che coinvolge tutto e tutti, anche i liberi professionisti che si ritrovano ad operare in uno scenario competitivo radicalmente cambiato.

L’incremento della concorrenza ha comportato una considerevole diminuzione della clientela, così come la crisi finanziaria ha innalzato il tasso di mortalità delle aziende, a discapito di tutti quei professionisti che offrono servizi alle imprese. A complicare ulteriormente questo scenario vi è un incremento di adempimenti e scadenze direttamente proporzionale alla diminuzione dei margini di profitto.

La digitalizzazione può rappresentare la soluzione per massimizzare i profitti ed automatizzare le operazioni quotidiane di gestione e controllo di un’impresa. Al pari delle aziende che hanno già da tempo rivoluzionato il proprio modus operandi tramite l’adozione di nuove tecnologie, gli studi professionali hanno a disposizione una gamma di strumenti per la gestione ed il controllo delle attività dello studio.

Nel bisogno di dover offrire una soluzione completa per il controllo di gestione per studi commercialisti, è nato ProfGest. A differenza dei comuni software di controllo di gestione esistenti per studi professionali, ProfGest è un ‘servizio’ articolato in tre fasi: implementazione software, formazione del personale ed elaborazione dati finalizzati alla realizzazione di report di analisi approfonditi sui clienti.

Il dottore commercialista Stefano Checco, in collaborazione con lo studio MPO & Partners, ha sviluppato una soluzione gestionale che può essere supportata da qualsiasi Relational Database Management System (RDBMS).

Durante la prima fase di implementazione vengono identificate le risorse umane, le attività svolte dallo studio e le A.S.A., Aree Strategiche di Affari, per poi installare e configurare il software su ogni dispositivo desktop che si intende utilizzare.

Alla implementazione del software seguono dei percorsi formativi specifici per il titolare dello studio (gestione e organizzazione del software), training specifici per il personale, e corsi di aggiornamento specializzati a seconda delle esigenze dello studio.

Tramite ProfGest è possibile elaborare una mappatura della resa economica di ogni cliente, l’assegnazione dei budget, la revisione critica delle tariffe, e report di analisi del conto economico dello studio, l’assorbimento dell’attività, il calcolo della redditività, e il rating del cliente.

Al termine di quest’ultima fase di analisi, il titolare dello studio potrà contare sul supporto di dati accurati per rispondere a domande cruciali per la buona gestione dello studio quali: ‘calcolo correttamente le tariffe?’; ‘quali clienti sono remunerativi?’; ‘a quali clienti è opportuno incrementare il forfait?’.

L’utilizzo di ProfGest non richiede alcuna formazione ed esperienza pregressa, l’impegno richiesto al professionista e al personale in fase di implementazione è di soli due giorni di lavoro effettivo, oltre a 15 minuti al giorno per la rilevazione dei dati a fronte di un incremento del guadagno percentuale di redditività sia per studi medio-piccoli che per studi professionali di grandi dimensioni.